SEI UN FALLITO SOLO SE FAI QUESTO!

Molte persone pensano che fallire equivalga a perdere denaro, a finire per strada, alla Caritas, a chiedere la carità o a dover lavorare come addetto alle pulizie per riuscire a sopravvivere.

In realtà, pensaci, il vero fallimento è un altro.

Non c’è niente di male nel fallire perdendo denaro se ci si è impegnati. Chi ha delle qualità e perde tutto, spesso per ragioni che non dipendono dalla sola sua volontà, è perfettamente in grado di rimettersi in piedi, ricominciando da capo.

Il vero fallimento, invece, è non vivere neanche un giorno della tua vita come desideri veramente perché non sei in grado di ascoltarti, non sei in grado di sentire ciò che ti fa davvero bene.

È avere il lavoro più prestigioso e ben retribuito possibile, ma odiarlo o ritrovarti senza tempo per te e per le cose che ami fare.

È sposare la persona più intelligente, più promettente e bella, ma non amarla affatto, oppure stare con quella persona perché non hai trovato di meglio.

È contare le calorie ogni giorno e fare ore di palestra per avere il corpo perfetto col solo scopo di farti amare per come appari.

È sognare di scrivere un romanzo, ma avere troppa paura per continuare quello che hai iniziato e non arrivare mai al secondo capitolo.

È non trovare il tempo per le tue passioni, per i tuoi hobby, per attività creative, per meditare, per un buon libro, per ascoltare la pioggia, per stare da solo con te stesso perché il tuo cervello ti dice che hai sempre qualcosa di utile e produttivo da dover fare perché essere efficienti è prioritario.

È fare sesso non per desiderio, passione e affetto, ma per senso del dovere, senza percepire il cuore della persona con la quale ti stai unendo carnalmente.

È fare l’amore senza riuscire ad aprirti al partner, pensando ad altro, senza mai toccare nel profondo la tua anima che esiste nell’altro. Senza fonderti. Senza saper essere accogliente, amorevole, presente.

È vivere una vita ordinaria con la persona più giusta “sulla carta”, magari amorevole, comprensiva, gentile e premurosa, ma sognare di fare il giro del mondo con una persona selvaggia che ama la vita.

È desiderare che i tuoi figli non ti disturbino mentre corrono per abbracciarti e chiederti di giocare con loro perché tu devi guardare la partita, il TG, devi lavorare anche di notte, o devi chattare con l’amante.

È sognare di fare colazione con frutta esotica e latte di cocco su una spiaggia cristallina e solitaria, ma riempirti di cibo spazzatura mentre guidi nel traffico per andare al lavoro.

È sognare ogni giorno che tutto cambierà, ma non fare mai nulla affinché ciò accada.

È aspettarti che qualcuno da fuori ti salverà da questa vita misera, ma non saper agire per essere tu stesso a determinare la tua esistenza.

È pensare di avere tempo, di dover aspettare che ci siano le condizioni perfette, senza capire che l’unico momento che hai per vivere a pieno è ADESSO.

Questo è ciò che chiamo il vero fallimento.

 

Daniela – danielacoin.it

verouomo.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *