10 Regole per Ottimizzare il Tuo Profilo Dating (Tinder, Badoo, Lovoo, etc.)

Questo è un decalogo che ho pensato e buttato giù “di getto”, molto spontaneo e poco filtrato. 

Quindi, se non vuoi perdere l’occasione di leggere una guida che ti spiega come ottimizzare il tuo profilo di dating, ti conviene leggerla.

E, dato che questa guida è stata scritta da una donna, ti conviene anche prendere appunti.

Ma, prima di iniziare coi consigli, è sempre utile e doveroso fare una premessa, perché su internet c’è sempre chi è permaloso e se la prende.

Stai per leggere il mio decalogo per ottimizzare il tuo profilo delle app di dating e, mi raccomando, non ci rimanere male se userò un linguaggio un po’ diretto.

Sappi anche che AMO prendere in giro simpaticamente gli uomini che adottano certi comportamenti, ma lo faccio con affetto… quindi, se urterò la tua sensibilità, ti prego di non offenderti.

Puoi decidere di prendere queste mie regole come materiale da riflessione per migliorare il tuo profilo sulle app di dating (cioè Tinder, Badoo, Lovoo, etc.) e quindi aumentare il numero di match…

Oppure puoi decidere di NON metterti in discussione e criticare una per una queste regole, magari farti anche delle grasse risate alle mie spalle.

La scelta è tua, sii consapevole però che questa seconda opzione non migliorerà i tuoi profili dating, la tua vita relazionale (e neanche la tua vita in generale).

Ok, una volta fatta questa doverosa premessa,  possiamo partire.

Ma prima di iniziare, potresti chiederti:

Daniela, da dove viene questo decalogo? Ed è affidabile al 100%?

Da una parte, questo decalogo proviene dalle mie conoscenze teoriche apprese da libri, audiolibri, videocorsi che studio da anni e, dall’altra, dal riscontro che queste conoscenze hanno avuto nelle consulenze private con i miei studenti. In ultimo, dalle mie esperienze di utilizzo diretto di queste app.

Ebbene sì, le ho usate anche io.

Questo decalogo rappresenta la verità assoluta? Assolutamente no.

Può darsi tu abbia frequentato qualche corso di seduzione di dubbia utilità, in cui ti abbiano venduto delle tecniche discutibili spacciate come verità messianiche.

E forse hai già capito sulla tua pelle – tirando fuori anche molte centinaia di euro – che le verità assolute non esistono.

Quindi, dato che nulla è assoluto, potrebbero benissimo esserci donne con le quali le mie “regole” non fanno presa. Non posso escluderlo.

In ogni caso, da donna, posso garantirti che un buon 80% del genere femminile condivide queste regole. Quindi, se io fossi un uomo, proverei ad applicarle, poi vedi tu.

Per quanto riguarda invece le donne che non condividono il decalogo che stai per leggere… Beh, anzitutto chiediti se siano donne “sane”.

Ho fatto video e scritto articoli sia relativi a come riconoscere le donne “problematiche”, sia su come trovare quelle “sane”, ma per cominciare, puoi spulciare il mio gruppo Facebook Vero Uomo – Crescita personale e relazionale cliccando su questo LINK.

È un gruppo privato, nessuno può vedere chi ne fa parte, soltanto gli altri uomini membri della community (per ovvi motivi le donne non sono ammesse).

Ad ogni modo, ritengo che il decalogo che stai per leggere sia un buon punto di partenza per aumentare i tuoi match.

Dividerò questa guida in 3 parti:

  • Gli errori nella scelta della foto-profilo
  • Gli errori nella scrittura della bio/descrizione
  • Un suggerimento fondamentale (in grado di provocare secchezza vaginale a qualunque donna).

Se sei pronto, iniziamo pure.

Errori nella scelta della foto-profilo

  • Evita il sorriso da ebete.

Sul serio, gli uomini con il sorrisetto stampato sono ridicoli. E ci sono due motivi per evitare foto di questo genere.

Il primo è che non siete degli attori di Hollywood (e non mi riferisco alla bellezza fisica, ma alla capacità di recitare).

Di conseguenza una donna con un po’ di cervello (e voi volete questo tipo di donna, giusto?) riesce a distinguere benissimo un sorriso impostato da uno vero.

Secondo motivo: il sorriso da bravo ragazzo fa accendere nella donna il campanello d’allarme:

“Attenzione, questo è un sottone!”. 

E una vocina inizia a bisbigliare nella sua testa:

“Allarme! Persona troppo buona! Persona incapace di proteggerti! Stai lontana da lui! Questa non è un’esercitazione! Ripeto: stai lontana da questo tizio!”

Quindi dì di no alla foto da ebete! Meglio una foto più sobria.

 

 

  • Foto degli addominali, della mutanda “tattica” o dell’auto appena lucidata.

Ovvero coloro che mettono in mostra il corpo (che a volte non è nemmeno nulla di speciale) nella maniera sbagliata.

Se hai un bel fisico, puoi valorizzarlo con una maglietta aderente, in maniera tale da non dare alla donna l’impressione che l’app di dating sia una macelleria dove lei deve scegliere un pezzo di carne e portarselo a casa.

Se mostri sfacciatamente soltanto il fisico, inevitabilmente attrarrai solo donne dal quoziente intellettivo di una bertuccia.

Invece, se metti in mostra il bolide luccicante appena lavato… beh, non ti lamentare se attrarrai le famigerate gold digger!

 

  • Foto che denotato bassa accettazione

Importantissimo! Tutte quelle foto che mettono in luce la tua insicurezza vanno accuratamente evitate.

Credimi, se sei insicuro, se hai una bassa autostima, una donna se ne accorge. Ancestralmente la donna è legata all’immagine di un uomo che la protegga.

E come fai a proteggerla e a darle sicurezza, se tu stesso sei insicuro?

Ti faccio un esempio concreto.

Se sei pelato (e capisco che non è colpa tua) non mettere centomila foto con il cappello. La donna sente immediatamente la vocina di prima, che però stavolta dice: 

“Questo è pelato e si vergogna di esserlo, neeeext pleeeeease”.

E attiva immediatamente il rilevatore anti-apertura-gambe. 

Ora, chiariamoci subito. Gli errori che riguardano le foto profilo non si esauriscono mica qui. Anzi, potrei andare avanti per delle ore.

Ma come ho detto nel video, questo è un decalogo spontaneo buttato giù alla buona.

Quindi se vuoi approfondire il discorso puoi contattarmi per un’analisi dettagliata del tuo profilo delle app di dating che utilizzi per capire se stai facendo errori cosmici che ti impediscono di avere una buona resa su queste app. Clicca questo link per un parere professionale.

Passiamo quindi alla categoria successiva.

Errori nella scelta della biografia/descrizione.

  • Lo Stiv Giobbes (de’ noartri!)

Leggo cose del tipo “stay hungry stay foolish”. Oppure “carpe diem”… ma per piacere!

I libri sono pieni di belle citazioni. Ma sai qual è il punto? Che, nel momento in cui sono state pensate e scritte, queste citazioni erano originali: non scimmiottavano lo Steve Jobs o il Bukowski di turno. 

Suvvia, ci sono migliaia di cose che puoi scrivere… e se te ne esci con una frase fatta, la situazione è palese.

Te lo scrivo a chiare lettere:

Non hai inventiva.

Io da donna penso: “ma io dovrei andare a prendere un caffè con uno così? Perché? In che modo dimostra di essere migliore degli altri, se di fatto dimostra che non ha una testa sua e parla per frasi fatte?”

  • L’uomo che non deve chiedere mai e il “salutatore precoce”

E qui si crea un corto-circuito.

Io voglio leggere una tua descrizione per capire se mi interessi e vale la pena chattare, mentre tu mi dici che devo chattare per capire se mi interessi.

Perché dovrei farlo?

Forse solo perché sei bellino? (A patto tu lo sia davvero, ovviamente).

Ma non sai quanti ce ne sono di bellini.

Davvero, non ne hai la minima idea.

Quindi, una donna non ti darà mai attenzioni, se non le darai l’impressione di essere un tipo con cui vale la pena chattare.

Poi, e li metto sempre nella stessa categoria, ci sono loro: i “salutatori precoci”, cioè coloro che ti scrivono solo “ciao” nella descrizione.

Te lo dico chiaro: non succederà mai che una donna (“sana” e non bisognosa) attaccherà bottone perché tu hai scritto “ciao” nella descrizione. Cosa dovrebbe dirmi un “ciao”, a parte che non hai un minimo di fantasia e voglia di farti conoscere?

Suvvia, non funziona così.

  • La lista della spesa.

È anche un errore scrivere in descrizione che, in una donna, cerchi le caratteristiche XYZ.

Infatti una donna che ha un minimo di intelligenza sa perfettamente questo cosa significa.

Che a te mancano proprio XYZ.

È il caso di quegli uomini che nella descrizione dichiarano di cercare solo donne allegre, divertenti, oppure le tanto ricercate “vibrazioni positive”. Generalmente significa che questi uomini non hanno queste doti e le stanno cercando nell’altra persona.

Evita di escludere nella descrizione determinate categorie di persone, facendo l’elenco con le X o dicendo “NO a donne…così e cosà”, perché dai l’idea che se non accetti quelle caratteristiche negli altri… significa che sei proprio tu così.

La base della psicologia, eh!

 

  • La descrizione alla Ned Flanders

Questa è la versione “descrittiva” del ragazzo con la foto profilo dal sorriso finto. Cioè qualcosa tipo: “sono buono, dolce, gentile, onesto”.

Ma la donna, se legge “sono buono, dolce,  gentile & onesto”, capisce che nella migliore delle ipotesi ha nuovamente a che fare con un sottone bisognoso.

È come se le stessi dicendo: “sono buono, gentile, onesto… ti prego, amami, farò tutto quello che vuoi”.

Ora, non è che le donne cerchino necessariamente lo stronzo di turno che le faccia soffrire, però sicuramente vogliono un uomo che dia loro una sensazione di protezione, e che provochi in loro una tempesta di tensioni emotive!

Se sei buono, dolce, gentile… cheppalle! Alle donne cadono le ovaie!

 

  • “Sto cercando te” oppure ”Sto cercando l’amore della mia vita”, ecc.

Ma tu che ne sai?!

Magari il tuo profilo in questo momento lo sta guardando Gabriela 26, che all’anagrafe fa Carlos Pascal De la Rubeira… e 26 non è riferito all’età.

Quindi occhio a scrivere in descrizione frasi come “sto cercando te”, oppure “sto cercando l’amore della mia vita”.

Dai tempo al tempo. Meglio conoscere prima una persona e dopo capire se quella persona matcha bene con quello che vorresti.

Inoltre, se generalizzi, dicendo che cerchi ogni persona che legge la tua bio, significa che ti va bene tutto.

Che cosa tristissima!


E una volta fatto un bel profilo? Impara a dominare l’algoritmo!

 

E per finire, una regola di attitudine generale.

Attenzione: violando questa regola con una donna sana rischierai di provocarle secchezza vaginale.

Alcune app di dating permettono di contattare in privato un’altra persona prima che questa ti abbia dato il match.

Ebbene, non usufruire di questo potere, o rischierai di passare per morto di figa.

In generale è molto meglio aspettare sempre che la donna ti dia il match. Anzi, l’ideale sarebbe che ti scrivesse prima lei… Però capisco anche che magari sei particolarmente intrigato da una donna e del resto ci sono alte probabilità che lei sia subissata di messaggi… quindi, se aspettassi lei, correresti il rischio di non parlarci mai.

Quindi ok, può andare bene anche contattarla.

Sappi però che se il tuo approccio è del tipo “Ciao bella”, “Ciao principessa” o quello di buttarle lì una tempesta di emoticons tra rose, cuori e bacetti come il peggio dei cinquantenni boomer… in quel caso ti garantisco che la donna in questione ti sta repellendo fortemente.

E con le sue gambe, che si sono chiuse per sempre, ti sarai anche giocato anche qualunque possibilità di contatto successivo da parte sua.

Conclusione

Consulente Relazionale - Daniela Coin

Ragazzi, mi raccomando non prendetela sul personale, vi consiglio di prendere questo decalogo come spunto di miglioramento.

Un’ultima cosa: queste sono linee guida generali, che in genere sono valide per la maggior parte delle ragazze, ma poi c’è sempre un elemento di soggettività.

Quindi, se hai dei dubbi riguardo il tuo profilo nelle app di dating. Pensi che non sia ottimizzato bene o vuoi parlare con me per pianificare un profilo ad personam, contattami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.